Una libreria nasconde l’accesso al rifugio.

L'Alloggio segreto

Boekenkast
La libreria girevole Dietro la libreria girevole vi è l’accesso al nascondiglio (foto: Maria Austria, 1954).
  • 1 Commenti
  • Stampare

Il nascondiglio si trova nella sezione non utilizzata della ditta di Otto Frank in Prinsengracht 263. Si è tenuto conto anche di Hermann ed Auguste van Pels e del figlio Peter, anche loro si nasconderanno qui. L’impresa, situata nella sezione anteriore dell’edificio, continuerà a funzionare normalmente mentre i clandestini vivranno chiusi.

Anne scrive:

“L’Alloggio segreto è un nascondiglio ideale! Anche se è umido e storto non esiste in tutta Amsterdam, né probabilmente in tutta l’Olanda, un nascondiglio più comodo di questo.”

Otto Frank met Koningin Juliana bij draaibare boekenkast (1979)

Da nascondiglio a museo

La storia della Casa di Anne Frank

Più

L’impresa in Prinsengracht 263 è ubicata in una zona ricca di piccole imprese. A sinistra accanto al nascondiglio, c’è un’agenzia per la vendita di tè, a destra un mobilificio.

Abbastanza grande

Il nascondiglio in Prinsengracht 263 è abbastanza grande, c’è spazio per due famiglie. Si tratta di una situazione eccezionale: genitori e figli che si nascondono sono quasi sempre separati. La maggior parte dei nascondigli non sono che spazi ristretti in cantine umide o in soffitte polverose. Soltanto chi si nasconde in campagna può uscire ogni tanto, se non c’è pericolo.

Il nascondiglio si compone di diverse stanze, e non è un fatto comune (foto della casa sul retro arredata: Allard Bovenberg).

Una libreria nasconde la porta

Ben presto l'accesso all’alloggio segreto viene nascosto da una libreria girevole. Il signor Kugler pensava fosse meglio sistemare una libreria davanti all’accesso al nostro rifugio (...), ma ovviamente è girevole e si apre come una porta. È opera del signor Voskuijl (abbiamo messo al corrente il signor Voskuijl del fatto che siamo nascosti qui in sette e lui si fa in quattro per aiutare.)" annota Anne Frank sul diario il 21 agosto 1942. In quel momento i clandestini sono ancora in sette. Fritz Pfeffer si unirà a loro il 16 novembre.

Una libreria (Foto della casa sul retro arredata: Allard Bovenberg).

Leggi i commenti degli altri (1)

Incredibile, la storia di Anne e del popolo ebreo davvero ai limiti dell'incredibile. Qualcuno decide di rovinarti la vita e tu sei costretto a nasconderti...Grazie Anne per il tuo coraggio!!

Federica Regina, 22 - Alcamo - Italia - 19 dic 2013

Il tuo commento

Attribuiamo grande importanza ai tuoi commenti. I campi con * sono obbligatori. *

Sesso

Nascosti Nessuno sa per quanto tempo dovranno rimanere nascosti

Da lunedì mattina 6 luglio 1942 i Frank vivono in clandestinità...

Più...
Boekenkast

L'Alloggio segreto Una libreria nasconde l’accesso al rifugio

Il nascondiglio si trova nella sezione non utilizzata della ditta di Otto Frank in Prinsengracht 263...

Più...

Tensioni e litigi A volte le emozioni ribollono

Otto persone stipate nell’ala angusta e soffocante di un edificio ...

Più...

I benefattori Quattro dipendenti forniscono cibo, vestiario e sostegno morale

"Ogni giorno salgono tutti quanti, con i signori parlano di affari e di politica, con le signore del cibo e delle difficoltà…

Più...

Le occupazioni quotidiane Si passa il tempo leggendo e studiando

"Soltanto stabilendo fin dall’inizio una certa routine ed assegnando a ciascuno di noi dei compiti potevamo sperare di…

Più...

La guerra imperversava Notizie e aggiornamenti vengono dalla radio e dai benefattori

“Nient’altro che notizie tristi e deprimenti ho da darti oggi...

Più...
Bonnenboekje

Anche altri scelgono la clandestinità Per esempio i partigiani e i piloti abbattuti

Frank, i Van Pels e Fritz Pfeffer dovevano nascondersi poiché erano ebrei...

Più...