Se si è in otto bisogna mettersi d’accordo sulle regole di convivenza.

Una giornata nell’alloggio segreto

La stanza di Hermann ed Auguste van Pels.
  • Stampare

I clandestini hanno una routine ferrea.

Il rituale della mattina

Generalmente Hermann van Pels si alza verso le 6.45, seguito dagli altri. Tra le 8.30 e le 9.00 essi devono essere molto silenziosi perché gli operai del magazzino iniziano a lavorare. Gli impiegati - i benefattori - non sono ancora arrivati, cominciano infatti verso le 9.00. In quel momento gli inquilini segreti fanno colazione nella stanza di Hermann ed Auguste van Pels. Miep Gies si reca brevemente nel nascondiglio, per sentire come vanno le cose, e prende la lista della spesa. Anche durante il resto della giornata i benefattori vanno nel nascondiglio, ad esempio per discutere questioni d’affari o per recapitare qualcosa.

Il tavolo da pranzo nel vano comune (foto della casa sul retro arredata: Allard Bovenberg).

Il pomeriggio

Alle 12.30 gli addetti al magazzino tornano a casa e i clandestini possono tirare un sospiro di sollievo, almeno per un po’. Il pranzo viene preparato e alle 13.00 i clandestini ascoltano il notiziario della BBC da Londra. Alle 13.15 il pranzo è pronto. Bep Voskuijl mangia spesso con loro, anche Jan Gies e Victor Kugler o Johannes Kleiman. Alcune volte Miep Gies sale nel nascondiglio. Alle 13.45 tutti tornano al lavoro, vengono lavati i piatti ed è il momento del riposino pomeridiano. Anne non dorme ma usa questo lasso di tempo per scrivere sul suo diario.

La "libertà serale"

Alle 17.30 Bep dona ai clandestini la "libertà serale", come Anne la definisce nel diario. Tutti gli altri membri del personale della Opekta in quel momento sono tornati a casa. Bep chiede di quali provviste abbiano bisogno e alle 17.45 va a casa. I clandestini si sparpagliano nei vari uffici, finché Auguste van Pels ed Edith Frank non hanno preparato la cena. Insieme mangiano, l’ora dipende dal notiziario radiofonico.

Dormire

Verso le 21.00 preparano i letti, un’operazione che richiede notevoli spostamenti e riassestamenti. Dalle 22.00 nel nascondiglio regna la pace, tuttavia i clandestini spesso hanno difficoltà a prendere sonno, soprattutto quando sentono gli spari della contraerea.

Margot dorme in un letto pieghevole (Foto della casa sul retro arredata: Allard Bovenberg)

Studio e lettura Specialmente Anne e Margot studiano molto

Otto ed Edith Frank hanno previsto che la clandestinità possa durare a lungo ed hanno portato i testi scolastici delle figlie...

Più...