Nessuno sa per quanto tempo dovranno rimanere nascosti.

Nascosti

Fotografia aerea In questa fotografia aerea del dopoguerra il nascondiglio è chiaramente visibile. Nella sezione anteriore dell’edificio era situata la ditta di Otto Frank.
  • Stampare

Da lunedì mattina 6 luglio 1942 i Frank vivono in clandestinità. I Van Pels li raggiungeranno una settimana più tardi. Nel novembre 1942 si aggiungerà a loro un ottavo clandestino, Fritz Pfeffer. Otto persone, obbligate alla convivenza in uno spazio così opprimente... La tensione è insopportabile: ogni giorno i clandestini temono di essere scoperti.

Anne scrive:

“Non poter mai uscire mi opprime più di quanto possa dire. E ho sempre paura che ci scoprano e ci fucilino.”

L'Alloggio segreto online

Attraversa le stanze arredate

Entra

La famiglia Van Pels

I Van Pels arrivano una settimana dopo. Ad Anne fa piacere, perché ci sono più persone con cui scambiare quattro chiacchiere. I Van Pels abitano al secondo piano. La camera dei signori Van Pels funge di giorno da soggiorno e da sala da pranzo. Accanto è situata la stanza di Peter van Pels. "Piccolissima, buia, umida", scrive Anne al riguardo. Attraversando la stanza di Peter si arriva in soffitta, dove vengono tenute le provviste. Anne e Peter vengono qui spesso per chiacchierare senza essere disturbati. Al primo piano ci sono due stanze per i Frank.

Due anni

Nel luglio 1942 i clandestini non sanno che dovranno trascorrere più di due anni nel nascondiglio. In tutto quel tempo non potranno uscire e dovranno condividere il buio, umido alloggio, vivendo sempre nell’ansia di essere scoperti...

Fritz Pfeffer

Dal 16 novembre 1942 Fritz Pfeffer è l’ottavo inquilino dell’Alloggio segreto e da quel momento Anne Frank deve dividere con lui la sua stanza, mentre Margot dormirà nella camera dei genitori. In un primo momento Anne ha simpatia per Pfeffer.

La stanza di Anne e Fritz Pfeffer (Foto della casa sul retro arredata: Allard Bovenberg)

Cauti e silenziosi

I clandestini non possono uscire, è troppo rischioso. Di giorno le tende dell’Alloggio segreto devono rimanere chiuse, altrimenti i vicini potrebbero vederli. L’unica possibilità di prendere una boccata d’aria fresca è la finestrella della soffitta. A volte, di notte le finestre vengono socchiuse.

Dalla soffitta Anne può vedere l’ippocastano Ma appena guardare fuori è già rischioso (foto della casa sul retro arredata: Allard Bovenberg).

Desideri

I clandestini parlano a volte di quello che desiderano fare quando saranno di nuovo liberi. Il 23 luglio 1943 Anne riporta questi desideri: "Margot e il signor Van Pels desiderano più di ogni altra cosa fare un bel bagno caldo per più di mezz’ora. La signora Van Pels invece vuole mangiare dei dolci, Pfeffer pensa solo alla sua Charlotte, la mamma desidera la sua tazza di caffè. Il papà vuole andare a trovare il signor Voskuijl, Peter recarsi in città e al cinema ed io per la felicità non saprei proprio da dove cominciare. Più di tutto vorrei avere una casa mia, potermi muovere in libertà, finalmente avere un aiuto nei lavori di casa e quindi tornare a scuola!"

Spiare i vicini

Anne descrive una volta nel suo diario come la sera spii i vicini con un binocolo: "Non ho mai saputo che i vicini possano essere tanto interessanti, almeno i nostri. Una coppia era a tavola, una famiglia stava facendo un filmino ed il dentista di fronte stava curando una vecchia signora paurosa."

Margot Frank riceve una convocazione Deve andare in un campo di lavoro in Germania

Il 5 luglio 1942 Margot Frank riceve una convocazione come altri mille ebrei di Amsterdam...

Più...

Nascosti Nessuno sa per quanto tempo dovranno rimanere nascosti

Da lunedì mattina 6 luglio 1942 i Frank vivono in clandestinità...

Più...
Boekenkast

L'Alloggio segreto Una libreria nasconde l’accesso al rifugio

Il nascondiglio si trova nella sezione non utilizzata della ditta di Otto Frank in Prinsengracht 263...

Più...

Tensioni e litigi A volte le emozioni ribollono

Otto persone stipate nell’ala angusta e soffocante di un edificio ...

Più...

I benefattori Quattro dipendenti forniscono cibo, vestiario e sostegno morale

"Ogni giorno salgono tutti quanti, con i signori parlano di affari e di politica, con le signore del cibo e delle difficoltà…

Più...

Le occupazioni quotidiane Si passa il tempo leggendo e studiando

"Soltanto stabilendo fin dall’inizio una certa routine ed assegnando a ciascuno di noi dei compiti potevamo sperare di…

Più...

La guerra imperversava Notizie e aggiornamenti vengono dalla radio e dai benefattori

“Nient’altro che notizie tristi e deprimenti ho da darti oggi...

Più...
Bonnenboekje

Anche altri scelgono la clandestinità Per esempio i partigiani e i piloti abbattuti

Frank, i Van Pels e Fritz Pfeffer dovevano nascondersi poiché erano ebrei...

Più...