Negli Stati Uniti la vendita del diario di Anne Frank è rapidamente un grande successo.

Accoglienza in America

Toneelstuk
Il film Una scena dal film. Da sinistra a destra: Gusti Huber (Edith Frank), Lou Jacobi (Hermann van Pels), Millie Perkins (Anne Frank) e Shelley Winters (Auguste van Pels).
  • Stampare

La pubblicazione del diario di Anne in America, nel 1952, inizia quasi in sordina. Cinque anni dopo la prima edizione olandese, la casa editrice Doubleday pubblica il libro di Anne Frank con il titolo The Diary of a Young Girl (Il diario di una giovinetta) in una modesta tiratura di appena 5.000 copie.

Showcase Anne en haar dagboek

Anne Frank e il diario

Scopri la storia dietro il diario di Anne Frank.

Vai al sito web

Il libro reca una prefazione di Eleanor Roosevelt, vedova di Franklin Delano Roosevelt, il presidente degli Stati Uniti defunto nel 1945. L’editore Doubleday non spende troppi soldi per pubblicizzare ulteriormente l’opera. Dopo un’entusiasta recensione dello scrittore Meyer Levin comparsa nell’autorevole supplemento letterario del New York Times ecco che il libro inizia a vendere. Ci sarà presto una prima ristampa di 15.000 copie e pochi giorni dopo persino una seconda ristampa di ben 45.000 copie. Ed così che in breve tempo, ristampa dopo ristampa, il libro viene letto da milioni di americani.

L’opera teatrale e il film

L’adattamento teatrale del diario, realizzato a due mani nel 1955 dai coniugi Frances Goodrich e Albert Hackett, non è stato solo un grande successo a Broadway, ma ha saputo aggiudicarsi anche molti premi letterari, tra cui il prestigioso Premio Pulitzer per il teatro. La versione cinematografica dell’opera teatrale che vede la luce nel 1959, diretta e prodotta da George Stevens, è stata una delle prime produzioni di Hollywood in cui venne affrontata la persecuzione degli ebrei in Europa, anche se la problematica rimase molto sullo sfondo. Sebbene il film si sia rivelato un successo di cassa inferiore al previsto, l’edizione cinematografica ha contribuito sostanzialmente ad aumentare la notorietà del diario. L’Attrice Shelley Winters ha ricevuto per la sua interpretazione della signora Van Daan un Oscar come migliore attrice non protagonista.

Gli orrori del regime nazista

Per molti americani degli anni Cinquanta del secolo scorso, il diario di Anna Frank,  soprattutto nella sua versione teatrale e cinematografica,  diventa il primo, timido approccio agli orrori del regime nazista. A partire dagli inizi degli anni Sessanta, il libro viene inserito nel programma d’insegnamento delle scuole americane.

Reazione a “L’alloggio segreto” L’Olanda reagisce con entusiasmo e seguono le traduzioni in diverse lingue

Il 25 giugno 1947 esce il diario di Anne Frank con il titolo “L’Alloggio segreto...

Più...
Steve Press als peter in het toneelstuk

800 volte Peter van Daan Nel 1956 Steve Press fece l'audizione per il ruolo di Peter van Daan

Steve Press impersona Peter van Daan nello spettacolo di Broadway, tratto dal diario di Anne Frank.

Più...
Toneelstuk

Accoglienza in America Il primo impatto con il regime nazista

La pubblicazione del diario di Anne in America, nel 1952, inizia quasi in sordina...

Più...

Otto Frank si trasferisce in Svizzera Egli continua a partecipare all'attività della Casa di Anne Frank

Fino alla sua morte, avvenuta nel 1980, egli risponde puntualmente alle lettere che riceve dai lettori del diario.

Piú

Nelson Mandela a proposito di Anne Frank

Nelson Mandela racconta come la lettura del diario durante la sua prigionia a Robbeneiland gli abbia infuso coraggio.

Più...

Autenticità del diario Dieci domande sull’autenticità del diario di Anne Frank

Su Anne Frank e sul suo diario sono disponibili molte informazioni corrette...

Più...