Otto Frank risponde alle lettere che riceve dai lettori del diario della figlia in ogni parte del mondo.

L’impegno alla riconciliazione di Otto

Otto Frank nel 1979. Muore il 19 agosto 1980.
  • Stampare

"Ho quasi novant’anni e le forze mi abbandonano lentamente. Però il compito che ho ricevuto da Anne – lottare per la riconciliazione e per i diritti dell’uomo in tutto il mondo – mi dona nuovo vigore."

Otto Frank

Otto legge il diario

Otto Frank ripensa a ciò che aveva provato nel leggere il diario per la prima volta.

Più

Otto Frank

Per conoscere meglio Otto Frank

Più...

Negozio online

Il diario di Anne Frank e altre pubblicazioni sono in vendita nel nostro negozio online.

Vai al negozio

Nel dopoguerra Otto Frank si è impegnato per i diritti dell’uomo e per il rispetto degli altri. Insieme alla seconda moglie Fritzi risponde alle migliaia di lettere inviate dai lettori del diario in tutto il mondo.

Intensa corrispondenza

Con alcuni di loro instaura una fitta corrispondenza. Otto Frank dichiara a tale proposito: "Soprattutto i giovani vogliono sempre sapere come è potuta succedere una cosa tanto terribile. Io rispondo meglio che posso. Ed alla fine concludo spesso con queste parole: 'Spero che il diario di Anne continuerà ad ispirarti anche negli anni futuri in modo che tu, nei limiti delle possibilità che avrai, continui ad impegnarti per la conciliazione e la pace'."

Otto Frank legge una lettera Per diversi anni Fritzi ha aiutato Otto a rispondere alle domande delle migliaia di lettori del diario. Otto Frank muore il 19 agosto 1980. Dopo la sua morte, Fritzi continua a rispondere alle lettere.

La Casa di Anne Frank

La Casa di Anne Frank è costituita il 3 maggio 1957 e si pone come finalità principale la conservazione del nascondiglio e la divulgazione della vicenda di Anne Frank. Dopo una raccolta di fondi, nel 1958 iniziano i lavori di restauro dell’edificio. Il 3 maggio 1960 la Casa di Anne Frank apre i battenti come museo.

Missione

La Casa di Anne Frank è un’organizzazione indipendente che gestisce il luogo in cui Anne Frank visse in clandestinità durante la Seconda Guerra Mondiale e in cui scrisse il diario. La Fondazione diffonde la vicenda di Anne in tutto il mondo, al fine di far riflettere sui pericoli rappresentati dall’antisemitismo, dal razzismo e dalla discriminazione e sull’importanza di valori come la libertà, l’uguaglianza dei diritti e la democrazia.

Reazione a “L’alloggio segreto” L’Olanda reagisce con entusiasmo e seguono le traduzioni in diverse lingue

Il 25 giugno 1947 esce il diario di Anne Frank con il titolo “L’Alloggio segreto...

Più...
Steve Press als peter in het toneelstuk

800 volte Peter van Daan Nel 1956 Steve Press fece l'audizione per il ruolo di Peter van Daan

Steve Press impersona Peter van Daan nello spettacolo di Broadway, tratto dal diario di Anne Frank.

Più...
Toneelstuk

Accoglienza in America Il primo impatto con il regime nazista

La pubblicazione del diario di Anne in America, nel 1952, inizia quasi in sordina...

Più...

Otto Frank si trasferisce in Svizzera Egli continua a partecipare all'attività della Casa di Anne Frank

Fino alla sua morte, avvenuta nel 1980, egli risponde puntualmente alle lettere che riceve dai lettori del diario.

Piú

Nelson Mandela a proposito di Anne Frank

Nelson Mandela racconta come la lettura del diario durante la sua prigionia a Robbeneiland gli abbia infuso coraggio.

Più...

Autenticità del diario Dieci domande sull’autenticità del diario di Anne Frank

Su Anne Frank e sul suo diario sono disponibili molte informazioni corrette...

Più...