Otto Frank sposa Edith Holländer nel 1925. La coppia ha due figlie, Margot e Anne. La loro vita familiare è serena, ma sorgono delle difficoltà negli affari.

I genitori di Anne

Edith, Otto e Margot Frank ad Aquisgrana, 26 giugno 1926. Fotocollectie Anne Frank Stichting
  • Stampare

Otto Frank presta servizio nell‘esercito durante la prima guerra mondiale. Dopo la guerra lavora per una banca. All’inizio degli anni venti incontra Edith Holländer, la figlia di un ricco imprenditore. Nel 1925 si sposano. Negli anni successivi nascono le loro due figlie, Margot e Anne. Sebbene siano una famiglia felice, hanno difficoltà perché gli affari non vanno bene.

“Del passato di papà so qualcosa e quello che non so me lo sono immaginato,” confida Anne lʹ8 febbraio 1944 al diario. “Penso di sapere che papà ha sposato mamma perché la considerava adatta a essere sua moglie. Devo dire che ammiro la mamma per come ha vissuto questo suo ruolo e, per quanto ne sappia, non si è mai lamentata né è stata gelosa.” Durante la clandestinità Anne e la madre si scontrano spesso, tuttavia Anne sa apprezzare il matrimonio dei suoi genitori. “Papà prende la mamma così com’è, si irrita spesso ma lo fa notare il meno possibile perché sa quali sacrifici la mamma ha dovuto sopportare.”

La giovinezza di Otto

Otto Heinrich Frank nasce il 12 maggio 1889 nella città tedesca di Francoforte sul Meno. Ha due fratelli, Robert e Herbert, e una sorella più giovane, Helene, che in famiglia chiamano Leni. La famiglia in cui Otto cresce è benestante. Dall’età di dodici anni egli abita in una imponente villa in Beethovenplatz. Durante gli anni della scuola superiore Otto frequenta il ginnasio Lessing a Francoforte, dove nel 1908 sostiene l’esame di maturità con buoni voti. Dopo la maturità Otto frequenta per il semestre estivo le lezioni di storia dell’arte all’università di Heidelberg e, dopo l’estate, fa un tirocinio di un anno presso una banca di Francoforte.

New York

Durante l’estate a Heidelberg Otto fa amicizia con  Nathan Strauss, il figlio di uno dei proprietari dei noti grandi magazzini Macy’s di New York. Dopo l’estate del 1909 Otto parte per New York per un tirocinio come commesso presso Macy’s, ma tre giorni dopo il suo arrivo, il 14 settembre, muore suo padre, Michael Frank. Otto torna appena possibile in Germania per essere con i suoi. Due mesi più tardi è nuovamente negli Stati Uniti, dove rimarrà fino al giugno del 1911, con un paio di brevi pause per un viaggio a Francoforte. Una volta tornato nella sua città natale Otto trova lavoro come impiegato commerciale in un’azienda che fabbrica svariati articoli, ferramenta, materiali da costruzione, lampade e vetro.

La prima guerra mondiale

Nel 1914 scoppia la prima guerra mondiale. Un anno dopo Otto si arruola nell’esercito tedesco, dove viene addestrato come cannoniere. Dall’autunno del 1915 è assegnato al fronte occidentale. Qui, nel 1916 partecipa come osservatore e telefonista alla battaglia della Somme, durante la quale quasi mezzo milione di soldati tedeschi perde la vita. Un anno più tardi egli è promosso alla categoria di sottufficiale con il  grado di sergente. Alla fine della guerra, nel 1918, Otto viene assunto nella banca che il padre ha costituito e che si occupa tra l’altro di commercio di titoli e valute estere. Dopo la morte di Michael Frank la madre di Otto, Alice, aveva amministrato la banca, ma ora Otto e suo fratello Herbert ne assumono la direzione.

Otto Frank (al centro) con tre commilitoni durante la prima guerra mondiale. Sul retro è scritto: “Otto luglio 1917”. © Anne Frank Fonds, Bazel / Anne Frank Stichting, Amsterdam

La giovinezza di Edith

Otto incontra Edith Holländer per la prima volta nel 1921 o nel 1922, durante il fidanzamento del fratello con una buona amica di Edith. Edith è nata il 16 gennaio 1900 nella città tedesca di Aquisgrana. È la figlia più giovane di Abraham Holländer e Rosalie Holländer-Stern, una coppia di industriali che fa parte dell’élite ebrea della città. Il padre di Edith ha due aziende, una metallurgica e una di costruzione e riparazione di carri da trasporto e vagoni ferroviari. Gli affari vanno a gonfie vele e la famiglia vive nel benessere. Gli Holländer hanno tre figli oltre a Edith: Julius, Walter e Bettina. Hanno una giovinezza spensierata, ma la morte di Bettina nel 1914 è un grande dolore.

Gli anni della scuola di Edith

Sul periodo scolastico di Edith si sa soltanto che frequenta le dieci classi del liceo presso l’istituto evangelico Victoria, dove molte studentesse sono ebree, ma la maggior parte è protestante. Edith è una studentessa modello, che ama anche fare sport, giocare a tennis e nuotare. Dopo gli anni della scuola lavora nell’azienda del padre. La religione occupa un posto importante nella sua vita. Legge molto, va volentieri alle feste e le piacciono le belle cose e i bei vestiti. “Ascoltiamo a bocca aperta i racconti di feste di fidanzamento con 250 invitati, con balli privati e cene,” scrive Anne nel suo diario l‘8 maggio 1944.

Le nozze di Otto ed Edith

Il 5 aprile 1925 Otto si fidanza con Edith ad Aquisgrana. Quattro settimane più tardi, lʹ8 maggio, si svolge la cerimonia del matrimonio civile. Il 12 maggio, giorno del trentaseiesimo compleanno di Otto, si celebrano le loro nozze nella sinagoga di Aquisgrana. Su una fotografia di quel giorno Otto ed Edith sono ritratti sorridenti tra un folto gruppo di parenti. La sera si tiene un grande banchetto per tutti gli invitati. Dal menu di quella serata è evidente che viene servita una cena copiosa e ricca. Dopo le nozze Otto ed Edith si recano a Sanremo in luna di miele. Durante il viaggio viene scattata una foto dei due. I novelli sposi, seduti su una roccia sulla spiaggia, sono raggianti.

Otto ed Edith Frank a Sanremo nel maggio del 1925, durante la loro luna di miele. © Anne Frank Fonds, Bazel / Anne Frank Stichting, Amsterdam

La vita a Francoforte

Otto ed Edith abitano per qualche tempo presso la madre di Otto a Francoforte. Nove mesi dopo le loro nozze, nel febbraio del 1926, nasce la loro prima figlia, Margot. Tre anni e mezzo più tardi nasce Anne. La famiglia abita già in un’altra casa in Marbachweg. Otto è un uomo socievole e un padre amorevole, ma sa essere anche molto severo. È molto impegnato nella conduzione della banca di famiglia mentre Edith si occupa delle faccende domestiche. Nel suo poco tempo libero Otto ama leggere. Cerca però di trovare sempre un po’ di tempo per giocare con le figlie, per fotografarle e chiacchierare con loro. Otto ed Edith partecipano entrambi all’educazione delle bambine.

Difficili condizioni economiche

Dopo la prima guerra mondiale le condizioni economiche peggiorano in Germania. L’inflazione è alle stelle e vigono severe restrizioni per il commercio di valute estere. Proprio per questo la situazione della banca dei Frank continua a peggiorare. Otto cerca nuove possibilità di guadagno per la banca di famiglia. Nel 1923 costituisce insieme al fratello una filiale ad Amsterdam, dove conosce Johannes Kleiman che nomina procuratore della sede di Amsterdam. Questo significa che Johannes dirige la banca quando Otto e Herbert non sono ad Amsterdam.

Dal 1927 Otto assume anche la direzione della ditta Sodener Mineral Produkte G.m.b.H. L’impresa produce pasticche per la gola ed è già da anni proprietà della famiglia. Purtroppo anche qui le entrate diminuiscono. Nel 1932 la banca dei Frank fallisce. La situazione finanziaria dei Frank deve essere stata particolarmente pesante per Edith, soprattutto nei primi anni del suo matrimonio. Era cresciuta in un ambiente in cui non le mancava nulla, ora deve abitare in una casa più piccola e condurre una vita più modesta di quanto fosse abituata.

Un buon matrimonio

In occasione del quattordicesimo anniversario delle nozze nel 1939, quando la famiglia risiede ad Amsterdam da oltre cinque anni, Otto scrive una lettera a Edith in cui esprime l’armonia della loro unione nonostante le difficoltà che stanno vivendo. Egli ringrazia Edith per il suo affetto e le sue premure e scrive che entrambi devono cercare di comunicare alle loro figlie un “sentimento di partecipazione, tolleranza e di disponibilità ad aiutare gli altri”. Molti anni dopo, l’ex vicina Gertrud Naumann ricorda ancora quanto volentieri si recasse a casa di Otto ed Edith a Francoforte, quasi ogni giorno. Secondo Gertrud Otto ed Edith erano sempre molto gentili tra loro e nei confronti di altre persone.

I genitori di Anne La vita di Otto ed Edith Frank

Otto Frank sposa Edith Holländer nel 1925. La coppia ha due figlie, Margot e Anne. La loro vita familiare è serena, ma sorgono delle difficoltà negli affari.

Più...

Anne e Margot a Francoforte L’infanzia e gli anni scolastici

Anne Frank e la sua famiglia trascorrono anni felici a Francoforte sul Meno. All’inizio degli anni trenta, tuttavia, questa famiglia è colpita dalle conseguenze della crisi economica. Anche la popolarità di cui godono i nazisti influisce negativamente sulla vita dei Frank.

Più...

Tempi difficili in Germania Difficoltà finanziarie e antisemitismo

A causa della crisi economica gli affari di Otto Frank non vanno bene. Le difficoltà economiche e la salita al potere dei nazisti nel 1933 spingono la famiglia Frank a decidere di emigrare. Alla fine dell’anno si trasferiscono nei Paesi Bassi.

Più...
Weimar, Aufmarsch der Nationalsozialisten

L’antisemitismo di Hitler Tre motivi principali

È difficile indicare un’unica causa per l’antisemitismo di Adolf Hitler (1889-1945), tuttavia si possono individuare tre…

Più...
Aufmarsch am Abend der Machtergreifung Hitlers

Instaurazione della dittatura nazista Eliminazione degli avversari

Hitler trasforma la Germania in un regime dittatoriale. Dopo l’incendio del Reichstag il regime nazista perseguita i suoi oppositori politici. Gli ebrei sono vittima dell’antisemitismo nazista, vengono colpiti da provvedimenti discriminatori, violenze e boicottaggi.

Più...