Margot Frank

Margot è tre anni più grande di Anne. È ordinata, tranquilla e prende ottimi voti a scuola.

Miep Gies dice di Margot: ‘Con Margot non ho avuto alcun contatto, lei era lì e niente altro’. Anne conferma questa immagine che Miep aveva di Margot. Di Margot a tavola, scrive: ‘Mangia come un topolino, non dice nulla’. Durante il periodo di clandestinità Anne e Margot hanno avuto diversi litigi, tuttavia, a volte, vanno d’accordo e parlano di un po’ di tutto.

Margot dopo la guerra vuole emigrare nell’ex Mandato britannico della Palestina per diventare levatrice, scrive Anne. Otto avrebbe dichiarato successivamente che Margot voleva studiare medicina. Come Anne, Margot tiene un diario durante la guerra che però non è stato mai trovato.

I programmi futuri di Margot

Anne e Margot parlano spesso dei loro piani per il futuro. In un primo momento Margot non vuole raccontare nulla. Anne annota nel suo diario il 14 ottobre 1942: “Ieri sera Margot e io eravamo distese sul mio letto, era molto stretto, ma per questo divertente. Mi ha chiesto se un giorno le farò leggere il mio diario. 'Qualche pagina sì,’- le ho detto chiedendole del suo. Allora anche lei me lo farà leggere. Così siamo venute a parlare del futuro e le ho domandato che cosa farà da grande. Lei però non me l’ha voluto dire, ne fa un gran mistero. Ho sentito parlare di insegnamento. Non so se sia vero, ma immagino che debba essere qualcosa in quella direzione. Però non dovrei essere così curiosa.”

Più...

Margot e Peter

Nell’Alloggio segreto Anne Frank s’innamora di Peter van Pels. Anne pensa che anche Margot sia innamorata di Peter e si preoccupa, però senza motivo. Margot le invia una letterina gentile. Il 20 marzo 1944 Anne annota nel diario: “Prova della bontà di Margot. Questa l’ho ricevuta oggi, 20 marzo 1944: "Anne, ieri quando ti dicevo che non ero gelosa di te, ero sincera solo per il 50%. Le cose infatti stanno così: non sono gelosa né di te né di Peter. Mi autocommisero soltanto un po’ perché non ho ancora trovato nessuno e per il momento sicuramente non troverò nessuno con cui parlare dei miei pensieri e dei miei sentimenti. Ma per questo auguro a voi due di potervi scambiare reciproche confidenze, se ve la sentite. Qui devi già rinunciare a troppe cose che molti altri danno per scontate.”

Più...

Margor impara il latino

Bep Voskuijl si era iscritta al corso di latino per corrispondenza e fingeva di essere lei la studentessa, ma in realtà era Margot che faceva i compiti e si impegnava nello studio.

Più...

16 febbraio 1926

Nasce a Francoforte sul Meno (Germania).

1929

Nasce la sorellina di Margot, Anne.

1932

Margot va a scuola, alla Ludwig Richter Schule.

1933

Margot Frank emigra con i genitori nei Paesi Bassi.

4 gennaio 1934

Margot va per la prima volta a scuola ad Amsterdam.

16 febbraio 1934

Anne arriva ad Amsterdam, come “una sorpresa per il compleanno” di Margot.

1941

Margot è costretta a frequentare il Liceo ebraico.

5 luglio 1942

Margot riceve una convocazione; deve presentarsi per essere mandata in un “campo di lavoro” in Germania.

6 luglio 1942

Margot si nasconde insieme ai genitori e alla sorella nell’Alloggio segreto in Prinsengracht 263.

4 agosto 1944

I clandestini sono arrestati e portati nel campo di transito di Westerbork (Paesi Bassi).

3 settembre 1944

Deportazione nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau (nella Polonia occupata dai Tedeschi).

6 settembre 1944

Arrivo ad Auschwitz-Birkenau. Margot sopravvive alla selezione.

Fine ottobre 1944/inizio di novembre 1944

Margot viene deportata insieme ad Anne nel campo di concentramento di Bergen-Belsen (Germania).

Febbraio 1945

Margot muore di tifo a Bergen-Belsen.

L’ambiente di Margot

Edith Frank Madre di Anne e Margot, moglie di Otto

Edith ha difficoltà ad abituarsi alla vita in Olanda

Più...

Otto Frank Padre di Anne e Margot, marito di Edith

Otto avvia un’azienda in Olanda. Qualche tempo più tardi il resto della sua famiglia lo raggiungerà.

Più...

Anne Frank Figlia di Otto e Edith, sorella di Margot

Anne fa spesso la spiritosa, ma ha anche un lato serio

Più...

Anne scrive di Margot

"Margot è molto gentile e volentieri ascolterebbe le mie confidenze, ma non posso dirle tutto. Mi prende sul serio, troppo sul serio, e pensa lungamente alla sua strana sorellina, a ogni cosa che dico mi guarda con fere perplesso e pensa: è tutta scena, o dice davvero?"