Concorso fotografico

Fotowedstrijd ballonnen
  • Stampare
Dal 2006 la Casa di Anne Frank organizza annualmente un concorso fotografico per ragazzi. Il tema del concorso fotografico 2009 era: 'Qual è il tuo più grande desiderio?'

Negozio online

Il diario di Anne Frank e altre pubblicazioni sono in vendita nel nostro negozio online.

Vai al negozio

AFS_A_AFrank_III_027_098.jpgSai già da tempo che il mio desiderio più ardente è diventare giornalista ed in seguito una scrittrice famosa. Dopo la guerra in ogni caso vorrei comunque pubblicare un libro intitolato “L’Alloggio segreto”.

, 11 maggio 1944

Vincitrice del 2009

Il 3 maggio 2010 la Casa di Anne Frank ha festeggiato il suo cinquantesimo anniversario di vita come museo. Quel giorno anche la quattordicenne indonesiana Ni Wayan Mertiayani è arrivata insieme alla sorella al Museo, dove ha ricevuto un’accoglienza da VIP.Più

Ni Wayan Mertiayani La vincitrice concorso fotografico 2009

La foto vincente del 2009

La giuria dice della foto: La forma dell’albero, quella gallina tra i rami, i colori e la luce. Tutto ha il giusto effetto. Il tutto esprime la realtà della fotografa in un modo simbolico e con estrema sottigliezza. Più

La foto vincente del 2008

La giuria dice della foto: Tutti noi ricordiamo bene le prime esperienze in cui abbiamo dovuto essere coraggiosi. Momenti in cui si era consapevoli che tutto ciò sarebbe stato importante per poter ‘diventare adulti’, momenti in cui si sapeva che dovevamo vincere la nostra ansia per un risultato positivo. Questa foto ha fissato un simile momento in modo magico. Più

La foto vincente del 2007

La giuria dice della foto: Anche se quest’uomo è vecchio e ha perso i denti, io vedo gioia e soddisfazione sprigionarsi dal suo volto. Più

La foto vincente del 2006

La giuria dice della foto: Questa foto è tecnicamente ben fatta. Il soggetto nella foto è sfuocato al punto giusto in modo da dare l’impressione del movimento, mentre la forma del corpo e il vestito sono ancora ben visibili. Il taglio della foto rende la composizione della foto ancora più interessante e fa sì che l’occhio si posi sui punti di movimento e di staticità. Più