La vita in Olanda

Edith, Margot e Anne con una signora non identificata e il figlio di quest'ultima su un balcone ad Amsterdam, ottobre 1933.
  • Stampare

Quando Hitler sale al potere nel 1933, la famiglia si trasferisce ad Amsterdam. Otto e le ragazze si sentono subito a casa in Olanda, ma Edith fatica ad abituarsi alla sua nuova vita.

La giovinezza di Edith

Edith Holländer nasce il 16 gennaio 1900 ad Aquisgrana, la quarta figlia di un’agiata famiglia ebrea religiosa osservante.

Più...

Edith e la famiglia

Il 12 maggio 1925 Edith sposa Otto Frank, di undici anni più vecchio di lei. Edith e Otto vanno ad abitare a Francoforte sul Meno. Nascono due figlie.

Più...

L'emigrazione in Olanda pone fine a questo periodo sereno. Edith infatti non riesce ad adattarsi alla vita ad Amsterdam. Anche qui i Frank non sfuggono alla persecuzione antisemitica ad opera dei nazisti: Edith morirà il 6 gennaio 1945 ad Auschwitz-Birkenau.

È spesso a casa da sola, esce raramente e ha difficoltà ad apprendere l'olandese. Le mancano i famigliari e gli amici e si preoccupa della situazione in Germania. Inoltre l'attività di Otto è meno florida di quanto avevano sperato.

AFF-OtF_Pdoc_16_01.JPGNonostante tutti i problemi di adattamento, dobbiamo costruirci una vita e questo sta diventando sempre più difficile anche in Olanda.

, 24 dicembre 1937
Serie di fototessere di Edith del maggio 1936.

Nel 1938 i fratelli di Edith, Julius e Walter, riescono a fuggire dalla Germania ed emigrano negli Stati Uniti. Entrambi sopravviveranno alla guerra. Un anno più tardi Rosa, la madre di Edith, arriva ad Amsterdam dove abiterà con i Frank. Morirà qui nel 1942.

Edith con la madre ad Aquisgrana mentre passeggiano insieme a Margot, aprile 1927.

Clandestinità

Anche in Olanda i Frank  non sfuggono alla persecuzione antisemitica ad opera dei nazisti. Nel 1940 l'Olanda è occupata dai tedeschi e due anni più tardi, nel luglio del 1942, Edith e la sua famiglia entrano in clandestinità.

L'Alloggio segreto in Prinsengracht 263, dove i Frank vissero in clandestinità.

Nell'Alloggio segreto la tensione sale spesso alle stelle. Il rapporto tra Edith e Anne diventa problematico. Anne ne parla spesso apertamente nel suo diario, tuttavia con il passare del tempo inizia a mostrare maggiore comprensione nei confronti della madre.

AFS_A_AFrank_III_039 4mb.jpgIl periodo in cui biasimavo le lacrime della mamma è passato, sono diventata più saggia e lei ha i nervi un po' più saldi.

, 2 gennaio 1944

Dopo l'arresto dei clandestini, avvenuto il 4 agosto 1944, Edith viene deportata insieme alla sua famiglia nel campo di Westerbork. Un mese più tardi saranno deportati ad Auschwitz-Birkenau, dove Edith e le figlie sono separate da Otto. Due mesi dopo Margot e Anne sono trasferite nel campo di Bergen-Belsen. Edith resta ad Auschwitz, dove muore di stenti e di malattia il 6 gennaio 1945.

Baracca delle donne ad Auschwitz-Birkenau. Edith muore qui il 6 gennaio 1945.
Dichiarazione di morte: Dichiaro che la signora Edith Frank è deceduta il 6 gennaio 1945 davanti a me nel campo di concentramento di Birkenau presso Auschwitz, nella Polonia occupata dai Tedeschi. Ero presente alla sua morte e pertanto la attesto. Ro de Winter-Levy.

Edith e la famiglia Edith, Otto, Margot e Anne

Il 12 maggio 1925 Edith Holländer sposa Otto Frank, di undici anni più vecchio di lei. 

Più...

La vita in Olanda L'emigrazione in Olanda

Quando Hitler sale al potere nel 1933, la famiglia si trasferisce ad Amsterdam. 

Più...