La Casa di Anne Frank acquisisce un’importante Collezione Otto Frank

Collezione Otto Frank

La  Casa di Anne Frank è divenuta proprietaria di una importante raccolta di lettere, fotografie e documenti di Otto Frank, il padre di Anne Frank. La Collezione proviene dall’eredità dell’attore Joseph Schildkraut, che all’inizio degli anni cinquanta ha corrisposto con Otto Frank per prepararsi a impersonare il personaggio di Otto nello spettacolo teatrale tratto dal diario di Anne. La Collezione contiene una serie di interessanti lettere e documenti che riguardano i tentativi di emigrazione negli Stati Uniti compiuti da Otto Frank e della sua famiglia prima di entrare nella clandestinità. La Casa di Anne Frank ha potuto acquisire la Collezione grazie al contributo di BankGiro Loterij

Il diario di Anne Frank divenne famoso negli Stati Uniti soprattutto dopo il suo adattamento teatrale. Otto Frank, l’unico sopravvissuto alla guerra degli otto inquilini dell’Alloggio segreto, fu intensamente partecipe alla realizzazione dello spettacolo teatrale. Nello scambio epistolare tra lui e l’attore Joseph Schildkraut, Otto risponde alle domande che Joseph pone per prepararsi a sostenere la sua parte. Le lettere costituiscono una importante fonte sulla storia della realizzazione e del successo dell’opera teatrale negli Stati Uniti, inoltre offrono molte informazioni sui Frank e sul periodo della clandestinità. La Collezione comprende anche bellissime fotografie dei Frank, dei Van Pels e di Fritz Pfeffer (gli altri inquilini dell’Alloggio segreto) e dei loro protettori Johannes Kleiman, Victor Kugler, Bep Voskuijl, Miep e Jan Gies.

Tentativi di emigrare

Dell’eredità di Joseph Schildkraut fanno parte anche lettere e documenti di Otto Frank che Nathan Straus, un buon amico statunitense di Otto Frank, consegnò a Schildkraut per aiutarlo a prepararsi a recitare la parte di Otto. In una lettera del 1936 Otto scrive a Nathan che le sue bambine stanno bene ma che la minaccia rappresentata dal nazismo è presente anche in Olanda.  Vi sono inoltre diversi documenti, tra cui una lettera inviata a Nathan nel 1941 da Otto sui tentativi compiuti da questi di emigrare negli Stati Uniti. Le lettere e i documenti sono amare testimonianze della disperata situazione in cui i Frank versavano.

Prezioso completamento

La Casa di Anne Frank gestisce, tra l’altro, l’archivio di Otto Frank che contiene la corrispondenza inerente alla pubblicazione del diario e alla realizzazione dei suoi adattamenti teatrali e filmici, lo scambio di lettere tra Otto Frank e i lettori del diario, i documenti sui processi contro i neonazisti e la documentazione sulla storia della Casa di Anne Frank. La raccolta ora acquisita proviene dai beni lasciati in eredità da Joseph Schildkraut ed è una preziosa integrazione all'archivio gestito dalla Casa di Anne Frank.  

BankGiro Loterij

La Collezione Otto Frank recentemente acquisita fa parte dell’eredità di Joseph Schildkraut ed era stata offerta alla casa d’aste Doyle New York dalla vedova di questi, Leonora Schildkraut, per essere venduta. Dietro intercessione della casa d’aste, la signora Schildkraut ha ritirato la Collezione dall’asta e la Casa di Anne Frank ha potuto acquistarla grazie a un contributo di BankGiro Loterij