Sentenza nel procedimento giudiziario sugli Archivi Anne Frank

Il Tribunale di Amsterdam ha pronunciato oggi la sentenza nel procedimento intentato nel 2011 dall'Anne Frank Fonds di Basilea (CH) contro la Casa di Anne Frank di Amsterdam. L’Anne Frank Fonds esigeva la restituzione immediata di una parte degli Archivi Anne Frank che, di comune accordo con l’Anne Frank Fonds, la Casa di Anne Frank gestiva con estrema cura da alcuni anni.

Il Tribunale di Amsterdam dispone nella sua sentenza che tutti i documenti di cui è stata richiesta la restituzione vengano riconsegnati entro gennaio 2014. Inoltre stabilisce che la Casa di Anne Frank non può avanzare alcuna rivendicazione su quei documenti di cui riteneva di essere comproprietaria.   

La Casa di Anne Frank si rammarica che gli archivi non possano rimanere uniti presso la sua sede. Essa non ha mai negato che gran parte dei documenti degli archivi siano proprietà dell’Anne Frank Fonds ma, considerata la prolungata durata del comodato concordato tra le due organizzazioni, non era d’accordo con la richiesta di restituzione immediata.

Le fondazioni Casa di Anne Frank e Anne Frank Fonds hanno collaborato per molti anni in maniera proficua e intensa, il Fonds nel suo ruolo di gestore dei diritti d’autore sul diario di Anne, la Fondazione in quello di gestore della Casa di Anne Frank e della Collezione Anne Frank oltre che di organizzazione educativa. Non erano sorte divergenze in merito alle finalità di entrambe le organizzazioni e la collaborazione è avvenuta sulla base di un rapporto di fiducia. Proprio questo rapporto di fiducia è stato messo a dura prova negli ultimi tre anni. Il motivo sembra essere un radicale mutamento di rotta da parte dell’Anne Frank Fonds, che ha scelto di collocarsi in una posizione autonoma per il futuro. 

Ronald Leopold, direttore generale della Casa di Anne Frank, ha dichiarato: “La Casa di Anne Frank esprime il suo profondo rammarico per il fatto che le parti si siano trovate l’una contro l’altra dinnanzi al giudice. La Casa di Anne Frank ha compiuto ogni sforzo per evitare che si giungesse a questo e si augura che con la sentenza del giudice si possa chiudere definitivamente questo periodo e ripristinare un buon rapporto di collaborazione con l'Anne Frank Fonds, nell’interesse dell’eredità lasciata da Anne Frank. Su tutti noi pesa la grande responsabilità di divulgare insieme questa eredità.”

Il procedimento intentato dall’Anne Frank Fonds non riguarda i diari di Anne Frank, che sono proprietà dello Stato dei Paesi Bassi e sono stati dati in comodato permanente alla Casa di  . Anne Frank.

Guarda anche

Non ti scordar di me Un album di poesie

Juultje Ketellapper era compagna di scuola e amica di Anne Frank, una coetanea che festeggiava il compleanno nello stesso…

Più...

L’esposizione online Online

 L’esposizione online Anne Frank: la sua vita, il suo diario, la sua eredità è ora consultabile in dodici lingue...

Più...

Il compleanno di Anne Frank 12 giugno

Il 12 giugno 1942 Anne Frank compie tredici anni...

Più...

Parco pubblico intitolato a Miep Gies Inaugurazione del parco pubblico nell’anniversario della nascita di Anne Frank

Da oggi il parco pubblico in Hunzestraat ad Amsterdam Sud porterà il nome di Miep Gies, in onore della signora Gies e delle…

Più...
Eerste uitgave van het dagboek van Anne Frank

Oggi “L'Alloggio segreto” ha 66 anni Oggi “L'Alloggio segreto” ha 66 anni

Esattamente 66 anni fa è comparsa la prima edizione del diario di Anne Frank, con il titolo “L'Alloggio segreto”...

Più...