Nuova mostra: Fritz Pfeffer, il compagno di stanza di Anne

Fritz Pfeffer, il compagno di stanza di Anne

  • Stampare
  • RSSRSS

Oggi nella Casa di Anne Frank si inaugura una mostra dedicata a Fritz Pfeffer, un inquilino dell’Alloggio segreto relativamente meno noto, che comunque conosciamo meglio come “Albert Dussel” dal diario di Anne Frank. I nipoti di Pfeffer, Kip e Michael Pepper, sono giunti dagli Stati Uniti espressamente per presenziare all’inaugurazione. Una visita carica di emozioni: “Nostro padre, Werner Pepper, parlava raramente della sua giovinezza e della perdita dei suoi genitori. Con questa visita impariamo a conoscere meglio nostro nonno.” In questo giorno ricorre anche la nascita di Fritz Pfeffer.  

Opening exhibition 'Fritz Pfeffer, Anne’s roommate' on 30 April 2015

Fritz Pfeffer è l’ottavo inquilino dell’Alloggio segreto, insieme alle famiglie Frank e Van Pels. Egli divide la camera con Anne. “Come avevamo immaginato Dussel è una persona molto gradevole. Ovviamente è d’accordo di dividere la stanza con me; a dire il vero non sono proprio entusiasta che un estraneo usi le mie cose, ma bisogna aiutare gli altri, e allora faccio volentieri questo piccolo sacrificio.”, scrive Anne Frank il 19 novembre 1942 nel suo diario. Ben presto nascono dei dissidi tra la tredicenne Anne e il cinquantatreenne Fritz. Anne dedica molte pagine al suo compagno di stanza, tuttavia raramente scrive qualcosa di gentile. Il diario non ci permette dunque di venire a conoscere la vera natura di Fritz Pfeffer. 

In Olanda

L’ebreo Fritz Pfeffer (nato il 30 aprile 1889 a Giessen, Germania) ha uno studio dentistico ben avviato nella Berlino degli anni trenta. È divorziato e padre di un figlio, Werner. Dopo l’ascesa al potere di Hitler, la vita degli ebrei in Germania diviene sempre più diffficile e pericolosa. Per questo, alla fine del 1938 Fritz Pfeffer manda il figlio Werner con un kindertransport in Inghilterra, dove uno dei suoi fratelli lo accoglie e si prende cura di lui. Fritz fugge ad Amsterdam insieme alla sua fidanzata non ebrea Charlotte Kaletta, ma dopo l’invasione tedesca dei Paesi Bassi non è al sicuro nemmeno qui. Deve entrare nella clandestinità lasciando sola la sua fidanzata. 

Dopo l’arresto

Il 4 agosto 1944 gli otto clandestini dell’Alloggio segreto sono arrestati. Fritz Pfeffer, insieme alle famiglie Frank e Van Pels, è deportato il 3 settembre 1944 ad Auschwitz dopo un breve soggiorno nel campo di transito di Westerbork. Da lì, in ottobre Fritz Pfeffer sarà nuovamente deportato nel campo di concentramento di Neuengamme. La malattia, gli stenti e lo sfinimento ne causano la morte il 20 dicembre 1944.

Guarda anche

4 en 5 mei activiteiten In Nederland

Dodenherdenking en Bevrijdingsdag

Più...

Aardbeien voor bezoekers 5 mei: Dag van de Vrijheid

Voor bezoekers Anne Frank Huis op 5 mei

Più...

Verraadtheorie Boek over Bep Voskuijl

De toedracht van de gebeurtenissen op 4 augustus 1944, die geleid hebben tot de arrestatie van de acht onderduikers in het…

Più...